CFTC

  • squilli

    Buongiorno a tutti!

    La prima importantissima notizia che non ha avuto il dovuto risalto sulla stampa nostrana è risalente a qualche giorno fa: nelle minute della BCE contenenti gli interventi dell'ultima apparizione pubblica di Mario Draghi, il presidente della BCE, interpellato dai giornalisti al termine della consueta conferenza ha risposto che: "nonostante il settore non sia ancora totalmente monitorato, anche le banche europee potranno detenere assets in Bitcoin e cryptovalute." sdoganando le cripto così da "prodotto di nicchia riservato ad appassionati ed early adopters a strumento finanziario utilizzato da tutti i principali operatori del settore finanziario sia come derivato che come sottostante.
    La trascrizione dell'evento ufficiale è visibile cliccando direttamente sul sito della Banca Centrale Europea a QUESTO LINK.

    La seconda invece arriva dalla FINMA (praticamente la corrispondente della nostra CONSOB in Svizzera) che ha deciso di regolamentare le INITIAL COIN OFFERINGS (ICO) visto l'elevatissimo numero di richieste d'informazione ricevuto negli ultimi tempi.Nel comunicato stampa diramato (VISIBILE CLICCANDO QUI) l'istituzione esplica in che modo gestirà le richieste di assoggettamento relative alle initial coin offering sulla base del diritto dei mercati finanziari vigente, precisando che:"definisce le informazioni minime necessarie per il trattamento di tali richieste e i principi in base ai quali fornirà una risposta", creando così "trasparenza per i partecipanti al mercato interessati." La guida pratica è scaricabile liberamente a QUESTO LINK.

    La terza notizia è relativa alla Corea del Sud in quanto proprio mentre la maggioranza del pubblico è distratta dai giochi olimpici, dopo aver creato una grande gazzarra nei mesi scorsi in cui il Governo di Seoul invitava investitori e risparmiatori a stare fuori dal settore crypto, ieri ha fatto una bella GIRAVOLTA oltre che marcia indietro rispetto a quanto dichiarato a Dicembre e diramato su tutti i principali media mondiali ai primi di Gennaio con un nuovo comunicato in cui il capo del Servizio di supervisione finanziaria della Corea del Sud, ha dichiarato ufficialmente che: "Il governo dovrebbe lavorare di più sulla normalizzazione del fenomeno e meno sull’introduzione di regole limitative dello stesso." Anche in questo caso, non si tratta di una delle tante "bufale" che circolano visto che QUESTA la fonte dell'articolo.
    Ovvio che la notizia che fa sì che anche i coreani potranno effettuare liberamente il loro trading sulle cripto sia stata accolta molto bene a livello internazionale. 

    Dopo la notizia arrivata dagli Stati Uniti l'altro giorno in cui la CFTC  ha preso ufficialmente posizione contro i gruppi di pump&dump, (pubblicata sul nostro blog a QUESTO indirizzo) sembra che stiano arrivando le ufficializzazioni da parte delle maggiori istituzioni a livello mondiale e che finalmente sia cominciata l'operazione di pulizia del settore da parte di SCAM e TRUFFE varie giocate sull'ignoranza e sulla totale deregolamentazione del settore.

    Desideriamo infine segnalare per chi ancora non l'avesse letto sul nostro Canale Youtube pubblico (se non ti fossi ancora iscritto puoi farlo GRATUITAMENTE da QUESTO LINK), la pessima figura della Banca Centrale della Polonia che grazie ad un intervento di alcuni giornalisti a cui non potremo mai essere sufficientemente grati, ha dovuto ammettere d'aver pagato un influencer su Youtube per "parlar male" del settore criptovalutario.

     A buon intenditor...

    UFFICIO STUDI ASSODIR
    (E' consentita la pubblicazione e/o la condivisione citando la fonte)


  • pumpanddump

     

    Finalmente anche la commissione americana CFTC (Commodity Futures Trading Commission) prende posizione e si schiera ufficialmente contro gli schemi Pump & Dump sulle Criptovalute.

    Oltre ad aver ammesso apertamente che si tratta di TRUFFE belle e buone ai danni di chi ci casca dichiara che chi viene adescato è destinato a perdere il proprio denaro poichè come il nostro Ufficio Studi Assodir sostiene da tempo, gli unici che ci guadagnano sono gli organizzatori, è decisamente interessante fare caso all'invito a riportargli le eventuali informazioni in proprio possesso che possono aiutare nell’esecuzione di eventuali sanzioni o procedimenti nei confronti di chi continua a propinare agli ignari investitori e risparmiatori questo genere di truffa.
    Degna di nota infine la dichiarazione che nel qual caso venisse comminata una sanzione che superi il milione di USD, chi ha contribuito a fornire aiuto potrebbe ricevere una percentuale tra il 10 e il 30% dell'importo pagato dai malfattori.

    Da parte nostra ci siamo permessi di segnalare tutti gli indirizzi presenti nella sezione "GRUPPI DI PUMP AND DUMP" che abbiamo pubblicato nell'area gratuita riservata agli utenti registrati del nostro sito.

    QUESTO IL LINK del comunicato stampa diramato nell'annuncio originale della CFTC (in lingua inglese).

    Ci raccomandiamo la massima diffusione pregandovi gentilmente nel caso in cui veniste a conoscenza di ulteriori indirizzi di segnalarli oltre che alla CFTC per provare a prendere una ricompensa anche a noi cosicchè provvediamo ad aggiornare la lista in nostro possesso che mettiamo GRATUTITAMENTE a disposizione non soltanto dei nostri associati ma di tutti gli utenti registrati.

    Mille grazie.

    UFFICIO STUDI ASSODIR
    (E' consentita la pubblicazione e/o la condivisione citando la fonte)






     

Iscriviti gratuitamente per assicurarti tutti gli aggiornamenti che potrebbero salvarti il portafoglio!

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information